scritta airbnb relativa all'articolo come prenotare su airbnb scritto in nero su sfondo bianco e cerchio arancio

Perché prenotare su Airbnb? Per entrare nel tessuto sociale del paese che ci apprestiamo a visitare è necessario vivere nella quotidianità. Solo in questo modo possiamo filtrare il reale dalla finzione di una struttura ricettiva costruita a dimensione del turista.

Alloggiando assieme alle persone che vivono in un determinato paese possiamo carpirne le consuetudini, le abitudini e soprattutto conoscerne il Genius Loci.

Cos’è Airbnb?

 

Airbnb è la piattaforma di prenotazione di alloggi privati più discussa al mondo. Questo perché la maggior parte degli hotel mal tollera vedere sottrarsi clienti da privati che non fatturano come aziende. Da una parte ciò è comprensibile ma vista dall’ottica del viaggiatore è un’opportunità da non sottovalutare.

Ciò che cattura, non appena sfogliamo gli annunci di privati, è il prezzo piuttosto abbordabile. Il più delle volte vengono offerte stanze in casa di persone comuni o appartamenti dedicati ai turisti nei periodi di maggior affluenza.

Questo si traduce in maggiore socializzazione e un’approfondita conoscenza del territorio. Un altro vantaggio è che le persone del posto spesso sanno consigliare locali o luoghi sconosciuti alla maggior parte dei turisti.

Sono potuta andare a cavallo con il mio vicino in Guatemala visitando luoghi ameni e distanti dai circuiti turistici e scoprire un cenote in Messico sconosciuto anche dalla Lonely Planet.

 

piramide a tikal fra la folta vegetazione

Una delle piramidi presenti a Tikal, antica città maya

 

Come prenotare un alloggio su Airbnb?

 

  1. Inserire il paese che si vuole visitare, le date e il numero delle persone. Appariranno così le varie proposte e a lato troverai una pratica cartina che ti indicherà dove si trova l’abitazione.

  2. Quando avrai preso la tua decisione potrai passare alla scheda informativa dove vengono elencate le norme da rispettare, i servizi, una breve descrizione dell’host, della casa e le regole di prenotazione, cancellazione e disponibilità. Spesso gli host applicano uno sconto per il soggiorno di una o più settimane e in tanti paesi non si ha l’obbligo di pagare la tassa di soggiorno (come avviene invece per gli hotel). Viene applicato anche il costo di servizio per Airbnb che varia in base all’alloggio.

  3. Alla fine della scheda informativa c’è una sezione dedicata alle recensioni da consultare e un servizio di messaggistica per parlare con il proprietario. Una volta scelto l’alloggio clicca su “prenota” per avere un riepilogo dei prezzi e dei servizi.

  4. Infine potrai decidere il metodo di pagamento e cliccare su “conferma e paga”. La maggior parte delle strutture richiede il pagamento anticipato ma a volte si può pagare metà alla prenotazione e il restante all’arrivo.

  5. Una volta effettuata la prenotazione si riceve la conferma via mail e potrai memorizzare la strada e i recapiti dove contattare l’host in caso di problemi. Ti suggerisco di scaricare un’applicazione come Mapsme per poter seguire il percorso anche offline.

 

A chi è adatto?

Non a tutti, secondo me. Bisogna imparare a entrare da ospiti, paganti, in casa di sconosciuti e accettare le loro regole. In cambio però si riceve amicizia, condivisione e tanti consigli utili. Per iniziare potresti provare le varie esperienze proposte dalla piattaforma ma te ne parlo meglio in questo articolo.

Provare non costa nulla, inoltre, uscire dai propri schemi può portare a delle sorprese inaspettate! 😉

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *