Cosa scoprire e visitare ad Assisi: la città natale di San Francesco

La basilica di san Francesco assolutamente una cosa da scoprire e visitare ad Assisi

Tags:    

Assisi è famosa in tutto il mondo per essere la città natale di San Francesco e Santa Chiara per questo volevo lasciarti qualche dritta su cosa scoprire e visitare ad Assisi. La città si trova sulle pendici del monte Subasio ed è in provincia di Perugia.

Se si ha un giorno a disposizione, come l’ho avuto io, sarà una corsa contro il tempo per ammirarne le bellezze e la maestosità delle chiese che stridono un po’ con le vite umili dei due santi.

Ma, come sempre, le contrapposizioni portano a interessanti risultati per cui allacciamoci le scarpe e iniziamo a camminare.

 

Partire dalla stazione dei treni di Assisi

 

Io alloggiavo a Perugia e ho raggiunto Assisi in treno. Una volta scesa dalla stazione occorre acquistare il biglietto per l’autobus che trovi al bar e uscire dopo il parcheggio dei taxi, che si trova a sinistra dell’entrata della stazione.

Una volta raggiunto il centro storico, l’autobus passa circa ogni 20 minuti, ci sono varie fermate da scegliere. Io ho preferito scendere all’ultima, nel punto più alto, per evitare di fare salite.  😉

Missione fallita. Perché una volta raggiunta piazza Matteotti sono subito andata a visitare l’Anfiteatro Romano che si trova proseguendo sulla via principale a destra della piazza.

Poi un cartello malandrino mi ha segnato il tragitto per andare a visitare l’Eremo delle Carceri. Sono letteralmente affascinata da tutto ciò che è nascosto e vagamente proibitivo e soprattutto attratta dalla via Francigena.

La strada da seguire è molto semplice: sempre dalla piazza si sale lungo la stradina laterale che ha per nome proprio Eremo delle Carceri e una volta oltrepassato una delle porte antiche della città si segue il percorso acciottolato che porta nel bel mezzo dei boschi.

Si percorre così, come anticipato, un tratto della via Francigena in direzione Roma. Il percorso si svolge prevalentemente in salita per un’ora circa e poi l’ultimo quarto d’ora è in piano e infine in discesa. Finalmente si raggiunge l’Eremo, un luogo di silenzio e preghiera.



Eremo delle Carceri e Rocca Minore e Maggiore

 

Si trova a 4 chilometri da Assisi ed è stato scelto da San Francesco e i suoi seguaci grazie alla posizione isolata e tranquilla.

All’interno si può visitare il giaciglio dove soleva riposare il santo e una volta usciti dall’Eremo si apre un percorso dove poter visitare le grotte e i vari punti di meditazione.

Il luogo è sacro e quindi sono proibiti schiamazzi e disturbo. C’è il bosco a parlare al posto nostro ed è una piacevole sensazione starlo ad ascoltare. Cosa scoprire e visitare ad Assisi ancora?

Una volta visitato si scende di nuovo in direzione Assisi seguendo il tragitto fatto in precedenza. Si può ammirare la Rocca Minore, luogo difensivo della città, chiuso però ai visitatori, e si possono fare delle bellissime foto alla Rocca Maggiore.

Una volta scesa in città mi sono posta il quesito se visitare il centro oppure fare l’ultimo sforzo e l’ultima faticosa salita per raggiungere la Rocca Maggiore.

Ho optato per la seconda scelta e ho acquistato il biglietto per visitarla. Ci sono due biglietti: con il primo a un prezzo di 6 euro visiti la Rocca, con il secondo a 9 euro visiti la Rocca, la Pinacoteca e il Foro Romano. Un vantaggio, no?

La Rocca offre una bellissima vista sulla città e la campagna circostante e all’interno del castello non c’è molto da visitare se non le antiche stanze, la torre, alcune armi dell’epoca e consultare un libro magico per avere risposte sulla tua vita...

 

Veduta dalla rocca maggiore

 

Foro Romano e Pinacoteca

 

Scendendo dalla Rocca potresti decidere di visitare i due musei dei quali hai già pagato il biglietto. Il Foro Romano è un’autentica rivelazione perché mette in evidenza il passato prospero dell’Impero Romano.

Partendo dalla visita del Tempio di Minerva, ultimo baluardo della religione pagana riconvertito nel cinquecento come la chiesa di Santa Maria sopra Minerva, che si trova nella piazza del Comune, ritroverai resti dell’antichità classica sotto le fondamenta della città nuova.

Il tempio romano è considerato come uno dei meglio conservati del mondo antico.

Proseguendo in via Portica si giunge all’entrata del Foro Romano dove si possono ammirare tutti i ritrovamenti storici e le vie antiche che popolavano la città di Assisi.

Un museo nel museo. È incredibile scoprire come tutta la civiltà moderna si basi in realtà seguendo il prototipo di città del mondo romano. Una visita interessante che ti proietterà nel passato sepolto dal presente.

Per arrivare alla Pinacoteca invece si dovrà continuare per via Portica e poi cambiare in via Arnaldo Fortini che poi diventerà via S. Francesco. 

A metà via circa si vedrà l’entrata della Pinacoteca che ci accoglierà con i suoi dipinti e affreschi di Giotto, Puccio Capanna,Andrea d’Assisi e molti altri.

 

Bellissima via da fare come cosa da scoprire e visitare ad assisi

 

Le chiese

 

Sarai stanco di camminare e di visitare chiese! Ad Assisi c’è davvero l’imbarazzo della scelta, lo so, ma alcune le devo citare. La Basilica di San Francesco custodisce le spoglie del patrono d’Italia, mentre la Basilica di Santa Chiara contiene le spoglie della santa. Mettila nella wish list tra la cosa da scoprire e visitare ad Assisi più importante!

Oltre alle due principali ci sono da scoprire la Cattedrale di San Rufino, antico tempio romano dedicato alla Bona Mater, la Chiesa Nuova considerata come la casa natale e paterna di San Francesco, Parrocchia di Santa Maria Maggiore anch’essa di epoca romana e infine l’Abbazia di San Pietro, voluta dai monaci di San Benedetto al Subasio.

Un’altra piccola chiesa che merita di essere vista è l’Oratorio dei Pellegrini che si trova sulla stessa via della Pinacoteca e anticamente ospitava i pellegrini che transitavano per Assisi con il desiderio di rendere omaggio al santo.

Contiene dipinti e affreschi come quelli di Andrea d’Assisi, allievo del Perugino, Matteo da GualdoPierantonio da Foligno.

Oggi rimane come luogo di culto in cui i pellegrini di passaggio possono fermarsi e pregare. Una volta raggiunta la porta di San  Pietro c’è il parcheggio da cui partono gli autobus per la stazione centrale.

Non ero mai stata ad Assisi ma desideravo tanto andarci perché credo sia uno dei luoghi che più rappresentino il nostro essere italiani.

San Francesco ha seguito la propria inclinazione e a fatto in modo che altri credessero in lui arrivando a formare un nuovo ordine religioso.

Il Cantico delle Creature è considerata a tutti gli effetti l’opera letteraria riconosciuta come la più antica e la capostipite della letteratura italiana.

Chi lavora con le sue mani è un lavoratore, chi lavora con le sue mani e la sua testa è un artigiano. Chi lavora con le sue mani e la sua testa ed il suo cuore è un artista.

San Francesco d’Assisi

 

 

 


*** VIAGGIO DEI SENSI ***

Il tuo soggiorno su cosa scoprire e visitare ad Assisi deve essere improntato sulla spiritualità. Non importa di che fede religiosa tu appartenga devi cercare la sacralità anche nella tuo modo di fare flânerie.

In questo ti sosterrà il Genius Loci che è stato ben impersonato da san Francesco con il suo amore infinito per tutto il creato. Devi lasciarti influenzare da questa forza potente e imprimerla in te.

Osserva quindi i dettagli di Assisi, come le diverse influenze religiose si siano mescolate, quella pagana e quella cristiana. Ascolta i canti nelle chiese e cerca le parole che risuonano con le tue stesse corde.

Assapora il dolce e delicato profumo della natura durante il tragitto della via Francigena e avvicinati alle piante assorbendo tramite le mani appoggiate alla loro corteccia, l’energia. Vivi il tuo soggiorno in modo pieno senza perdere nulla ma anzi aggiungendo esperienza.

Musica consigliata: canti gregoriani


 



Scopri altre località in Umbria su Punto e Viaggio:

 

 

E le ricette umbre con lo zafferano:

Ricette gustose con lo zafferano di Città della Pieve

what do you think?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Il contenuto dell\'articolo non può essere copiato !!