Mini guida del Guatemala per organizzare un viaggio fai da te

immagine del lago atitlan per la mini guida del guatemala

Tags:    

La mini guida del Guatemala è un ebook che ti permette, grazie alle informazioni contenute, di organizzare un viaggio fai da te. Se la vocazione che senti è quella di viaggiare in solitaria e magari creando un tuo proprio itinerario, questa è la guida che fa per te.

All’interno trovi la mia esperienza di viaggio attraverso il Guatemala vissuta partendo dal Messico, toccando l’Honduras e il Belize e ritornando in Messico.

Sono passata attraverso frontiere marittime, terrestri e aeree ma, soprattutto, ho visitato per un lungo periodo il meraviglioso stato maya.

Ho conosciuto una cultura affascinante e spero di riuscire a trasmettere anche a te, anche in piccola parte, tutte le emozioni che ho vissuto.

 

Cosa trovo nella mini guida del Guatemala?

 

Su punto e libri trovi la mini guida del guatemala

Ecco la punta di diamante della sezione Punto e Libri. Dopo il mio soggiorno in Centro America ho sentito il bisogno di aiutare chi volesse organizzare in autonomia un viaggio in Guatemala.

Così ho raccolto tutte le esperienze fatte e le ho racchiuse in questa pratica guida.

All’interno trovi le informazioni su come spostarti, cosa vedere e quali zone evitare.

Ci sono anche due sezioni davvero interessanti ossia la cucina guatemalteca e i nahual maya.

In questo modo saprai già dove orientarti per il cibo e conoscere il famoso oroscopo maya.

Il nahual non serve solo a conoscere il futuro ma anche il destino, o meglio ancora, il motivo per il quale siamo nati.

In Guatemala, come qui, gli argomenti di conversazione preferiti sono proprio questi e quindi perché non partire già pronti?

 

>>> Lo trovi in vendita su Amazon e Kobo a soli 4,99€ <<<

 

DESCRIZIONE

 

Una mini guida completa del Guatemala dove non solo troverai le informazioni utili per conoscere e innamorarti di questo bellissimo paese ma anche i vari dipartimenti.

Le informazioni sono redatte per organizzare un viaggio in completa autonomia, proprio come ho fatto io, utili a decidere i vari itinerari da seguire evitando le zone meno sicure.

Inoltre, dato che il Guatemala non è una semplice località turistica da vedere e da segnare sulla mappa, troverai anche le ricette della street food che troverai lungo il tuo viaggio e la descrizione del tuo nahual, o lo spirito guida,che nella cosmo visione maya corrisponde al nostro oroscopo. Il nahual determina ciò che sarai nel corso della tua vita.

 

INTRODUZIONE

 

Se dovessi trascrivere tutte le emozioni evocate dal mio viaggio in Guatemala ne uscirebbe un’enciclopedia. Perché il Guatemala è magico, ricco di storia, cultura, profumi, tradizioni, natura e riti antichi.

Un viaggio in Guatemala è come un campo in cui si spargono i semi e il campo è la mente stessa: ognuno di questi semi germoglierà un po’ alla volta lasciando affiorare ricordi assopiti ma mai dimenticati.

La parola Guatemala deriva dalla lingua nahualt di origine azteca “Quauhtlemal” e significa “luogo in cui ci sono molti alberi”. Oggi il Guatemala viene chiamato affettuosamente dai suoi abitanti Guate, Guatemaya o paese dell’eterna primavera.

I guatemaltechi sono persone fiere e forti della loro identità maya. Sono conosciuti con l’appellativo di “chapines” un soprannome che veniva usato in tono dispregiativo per indicare gli abitanti in quanto persone analfabete, povere e senza valori.

Poi con il tempo sono stati gli stessi guatemaltechi ad adottare la parola e definire alla stessa un significato totalmente differente. Ora rappresenta l’identità nazionale, il rispetto del proprio passato e l’orgoglio della loro terra.

E ne hanno motivo. La terra trasuda sacralità e abbondanza. Un crocevia fra antico e moderno, fra la voglia di emergere e quella di rimanere inalterati nel tempo, perché il progresso fino ad ora non ha portato gran beneficio alla popolazione.

Il tasso di povertà è molto alto ma la ricchezza del cuore è altrettanto abbondante. Sono una popolazione ospitale che cerca sempre di accorrere in aiuto del viaggiatore in difficoltà. Come in ogni paese povero bisogna fare la massima attenzione ma ciò non deve impedire di entrare in contatto con i locali.

Un viaggio in Guatemala cambierà la mente, in meglio, lasciandola più libera da pregiudizi e cattivi pensieri. Provare per credere!

 

esempio cartolina guatemala piramide di tikal

Articoli di Punto e Viaggio sul Guatemala:

 

 

what do you think?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Il contenuto dell\'articolo non può essere copiato !!