Articoli

Conoscere la direzione del vento è particolarmente importante quando abbiamo scelto di fare le nostre vacanze al mare o in un isola. Grazie a questa piccola informazione possiamo decidere in quale spiaggia andare.

Forse ti starai chiedendo qual è il nesso. Ebbene, in base alla direzione del vento possiamo evitare di fare incontri spiacevoli con le meduse, rincorrere le onde oppure crogiolarci in una spiaggia con le onde che lambiscono la costa in maniera dolce e controllata.

Possiamo fare una selezione preventiva al fine di evitare di dover cambiare posto, qualora la condizione marittima non fosse in grado di soddisfare le nostre esigenze vacanziere.

Per questo motivo, ti voglio consigliare di scaricare l’applicazione Windfinder, la quale fornisce tutte le informazioni sulla rilevazione dei venti, le correnti e la loro direzione attuale.

 

vento in spiaggia

Conoscere e controllare la direzione del vento

 

L’applicazione di viaggio Windfinder è molto utile in quanto fornendoti l’informazione sulla direzione del vento ti suggerisce anche in quale spiaggia trascorrere la tua giornata di vacanza.

La trovi nello store del tuo sistema operativo e puoi usufruirne in maniera gratuita. All’inizio ti dà una panoramica generale sulla direzione del vento ma se vai sulla mascherina di ricerca con la lente puoi trovare la meta desiderata.

Così potrai scoprire non solo le informazioni sul vento ma anche quelle climatiche sul meteo per oggi fino ai prossimi 10 giorni. A queste informazioni ti basterà aggiungere quelle date dai locali per capire come spostarti in base al vento.

Ovvero, dovrai conversare con la gente del posto. Solo loro, infatti, sapranno consigliarti in quale direzione andare in base al vento. E ti sapranno anche dire se e quando si potranno fare le escursioni in barca, soggette alla variazione del vento.

Ma queste informazioni sono necessarie anche qualora fossi tu a guidare una barca o un tuo compagno di viaggi. Insomma, per le spiagge e la navigazione nulla è più importante che conoscere il vento e dove ha intenzione di dirigersi. D’altronde i Greci ci avevano avvertito su quanto fosse volubile Eolo, il Dio del vento.

Trovi l’applicazione qui:

Le applicazioni da bird watcher che ti voglio presentare sono estremamente utili per chi vuole riconoscere il canto degli uccelli. In realtà si tratta di un’applicazione per il telefono e di un sito fruibile da computer.

Ovviamente il sito si può (e si deve) consultare anche dal telefono, ed è il primo che ti voglio presentare.

Canti degli uccelli

 

Questo sito permette di ascoltare il canto di migliaia di uccelli seguendo l’ordine alfabetico con il quale sono registrati. Nel tasto ricerca, infatti, ti basterà inserire il nome del volatile e ti apparirà un audio, di alcuni secondi, che identificherà il suo canto.

Lo strumento è utile qualora volessi riascoltare le melodie degli uccelli più comuni o scoprirne il canto. Devo ammettere che da quando l’ho scovato nel web ho trascorso un bel po’ di tempo ad ascoltare quei volatili che girano più spesso nei cieli di casa mia.

Per esempio, ho controllato i canti del merlo, dell’usignolo, della civetta, della gazza, della tortora e del colombo per testare la mia capacità di riconoscerli.

Il risultato? Li ho indovinati tutti, a pieni voti!

Ma se invece ti capitasse, mentre stai camminando in un bosco, di sentire un canto particolare, mai udito prima, e volessi sapere a chi appartiene? Ebbene, in questo caso ti arriva in aiuto un’applicazione scaricabile sul telefono, che si chiama BirdNET.

 

 

canti degli uccelli

 

BirdNET: applicazioni da bird watcher

 

L’applicazione è davvero interessante in quanto ti permette di registrare il suono udito e di confrontarlo con l’immenso catalogo registrato all’interno.

Nel caso tu senta un canto di un uccello ti basterà aprire l’applicazione, registrare un pezzettino di canto, selezionare la porzione di audio in cui c’è il suono e leggere i risultati.

L’audio, però, dovrà essere chiaro e non troppo distanziato altrimenti il risultato potrebbe fallire. C’è la possibilità di aumentare la sensibilità delle rilevazioni ma ciò potrebbe aumentare, di conseguenza, il numero di false rilevazioni.

Meglio tenere, quindi, la sensibilità in modalità predefinita ma qualora si volesse cambiare basterà andare su “Impostazioni” e selezionare i vari parametri.

Punto e Viaggio ti consiglia di usare le applicazioni da bird watcher qui:
Il sito e l’applicazione descritti li trovi a questi link: