Articoli

Dove sono i centri termali in Italia e come trovarli? Finalmente siamo giunti alla terza e ultima parte della lista completa. Adesso la scelta è tua! Hai la possibilità di scegliere dove viaggiare e cosa vedere.

Siamo partiti dalla prima parte in ordine alfabetico per scoprire tutti i centri termali in Italia regione per regione senza saltarne neanche uno. Mancano gli ultimi però, quindi ciancio alle bande e completiamo la lista!

 

Centri termali in Italia

 

Sardegna

Cinque città termali in tre differenti provincie. Sto parlando delle Terme di Fordongianus in provincia di Oristano famose per le proprietà curative delle sue acque che escono dalla sorgente a una temperatura di circa 56°C.

Sono ottime sia da bere che come coadiuvante per le vie respiratorie o i trattamenti della pelle. Si trova in una zona di resti romani e vicine si trovano cave di trachite.

 

A Cagliari si possono visitare, invece, le Terme Sardara (www.termedisardara.it) con acque calde adatte ai trattamenti riabilitativi o di estetica della pelle.

Il centro della cittadina di Sardara è affascinante e antico: un tempio nuragico e le incisioni delle corporazioni di artigiani ne indicano il vissuto storico. Nei dintorni resti di chiese, santuari e castelli permettono un soggiorno culturale e istruttivo.

 

Sassari ha la fortuna di ospitare tre centri termali ossia le Terme di Casteldoria, le Terme Aurora e le Terme di Tempio Pausania. Nella cittadina di Santa Maria Coghinas esce da un anfratto di roccia vulcanica le sorgenti di un’acqua salso bromoiodica.

In verità le sorgenti delle Terme di Casteldoria sono diverse, pertanto, sono indicate per cure sia respiratorie che riabilitative. La collocazione è nel Golfo dell’Asinara dove si possono fare sia attività marittime che montane ma anche visitare laghetti e fiumi. Un soggiorno a 360°.

Sito in allestimento, contattare: info@termecasteldoria.it

 

Le Terme Aurora di Benetutti sono posizionate in una zona ricca di siti archeologici con tombe risalenti al periodo neolitico. È un centro dedicato specificatamente al rilassamento dove si può godere di silenzio e trattamenti massaggianti.

 

Rinagghju è il nome della fonte d’acqua con un alto potere diuretico delle Terme di Tempio Pausania. Sono indicate per risolvere i problemi circolatori e quelli che coinvolgono le vie urinarie. 

La zona in cui si trovano le terme è la punta nord della Sardegna conosciuta come l’area della Gallura ricca di siti archeologici nugari e coste marittime tra le più frequentate.

 

Sicilia

La Sicilia non ha solo un mare da far invidia ai Caraibi, una cucina da far sbavare i palati più sopraffini, un tessuto storico culturale da far invidia al mondo ma anche una ricca concentrazione di centri termali.

 

  • A Catania si trovano le Terme di Acireale (www.termeacireale.it) con acque ipotermali dove fare ogni sorta di trattamento;
  • Palermo presenta nel suo ventaglio di offerte le Terme di Imerese dove, secondo la leggenda del poeta Pindaro, pare si fosse immerso Ercole a seguito della lotta contro Erice;
  • le Terme di Acqua Pia (www.termeacquapia.it) a Montevago e le Terme di Sciacca (www.termesciaccaspa.it) si trovano, invece, in provincia di Agrigento, la prima è nota per i trattamenti di massoterapia, la seconda per l’antroterapia all’interno delle sue roccie;
  • Calatafimi Segesta ospita le Terme Gorga e a Castellammare del Golfo si trovano le Terme Segestane (www.termesegestane.com) entrambi in provincia di Trapani;
  • Terme di Marino (www.termemarino.it), Terme Vigliatore e Terme di Vulcano, sono tutte collocate in provincia di Messina, le ultime nelle isole Eolie;

 

Relax anche per i cuccioli

 

Toscana

La Toscana è una delle regioni più famose per le terme soprattutto per i turisti esteri. Ci sono sia terme gratuite che a pagamento e ognuna ha la sua particolarità che la fa preferire ad altre.

In provincia di Grosseto ci sono forse le più conosciute, ossia le Terme di Saturnia. Le sue sorgenti sgorgano dalle cavità vulcaniche e sono situate nella selvaggia Maremma. 

Le cascate sono tra le più fotografate proprio perché aperte a tutti sia durante il giorno che alla notte. Oltre alle escursioni nell’aperta campagna nei dintorni si possono visitare numerosi resti etruschi e romani. 

 

Pascoli, Carducci e Puccini preferivano andare alle Terme Bagni di Lucca nella provincia omonima per gustare le differenti temperature di acque che sgorgano da 19 fonti e il vapore delle sue due grotte.

Tutto questo relax può diventare utile per visitare l’orrido di Butri, uno dei più grandi e spaventosi proprio per la sua dimensione in Italia e le località montane circostanti. 

 

Da Firenze, invece, si può raggiungere la valle dell’Elsa e visitare le Terme di Gambassi specializzato per chi soffre del morbo di Parkinson o la sclerosi multipla. Ma non solo: è anche un centro estetico dove si possono migliorare le condizioni della pelle.

Non ha un sito internet ma poi contattarli a questo numero telefonico: 0571638141.

 

Siena è la provincia toscana più fornita di città termali in Italia e anche forse fra le più famose.

Ogni stabilimento offre il suo ventaglio di trattamenti selezionabile in base alle proprie esigenze. La lista completa è questa che segue:

  • Terme Bagno Vignoni (www.bagnovignoni-terme.net), Terme san Filippo (www.bagnisanfilippoterme.it), Terme di Montepulciano(www.termedimontepulciano.it), Terme di Chianciano, Bagni di Petriolo (www.termepetriolo.it), Terme di san Casciano (www.sanciascianobagni.com)e Terme di Rapolano.

 

A Pisa si trovano le Terme di Casciana e i Bagni di Pisa mentre in provincia livornese sono presenti le Terme di Venturina e le Terme di San Giovanni (www.termeisoladelba.it)nell’isola d’Elba.

 

Pistoia ospita due città termali, vale a dire le famose Terme di Montecatini e le meno famose Monsummano Terme con le sue grotte che ti farà attraversare in un giorno solo il Paradiso, il Purgatorio e l’Inferno!

 

L’ultima provincia è quella di Massa-Carrara con tre centri termali presenti: Terme della Versilia, Terme di Equi (www.termediequi.it) e le Terme di San Carlo (tel. 058542171).

 

 

Trentino Alto-Adige

Iniziamo subito dall’Alto Adige dove troviamo le Terme di Merano in provincia di Bolzano. Un centro con piscine termali di varia temperatura, sauna, bagno turco e un grande centro estetico per massaggi.

Nei dintorni ci sono vari percorsi naturalistici da fare sia in bici che a piedi oppure un tour nelle graziose cittadine altoatesine per ammirare chiese, castelli ed edifici storici. 

 

Nella provincia di Trento dove si possono visitare numerosi castelli, città oppure fare trekking ed escursioni nei boschi ci sono ben 8 centri termali, ognuno diverso dall’altro sia per la proposta terapeutica che per il tipo di trattamenti:

 

 

Umbria

La bellissima regione dell’Umbria oltre a presentare ai turisti un patrimonio culturale, storico e paesaggistico di notevole valore nasconde all’interno delle provincie di Terni e Perugia un totale di 5 centri termali.

Perfino la città santa di Assisi ha le sue terme, chiamate appunto Terme di Assisi o di Santo Raggio, con un acqua mediominerale fredde che risana le vie urinarie e gastrointestinali.

Ad Assisi ti posso lasciare il link all’articolo che ho scritto dove puoi avere una lista su cosa fare e cosa visitare: Assisi da vedere. Per contattare le terme questo è il numero: 075816064

Un centro di fisioterapia e riabilitazione è invece quello delle Terme Francescane sempre in provincia di Perugia, nella città di Spello, dove ci si può rilassare all’interno di un parco maestoso.

Nell’affascinante cittadina di Città di Castello, famosa per aver dato i natali alla bellissima Monica Bellucci, ci sono le Terme di Fontecchio (www.termedifontecchio.com) con spa e centro riabilitativo.

A Massa Martana vicino a Spoleto ma sempre in provincia di Perugia si trovano le Terme san Faustino specifica per  i trattamenti disintossicanti ed estetici.

 

Infine, nella provincia di Terni, dove ti consiglio di visitare la città, c’è il Parco delle Fonti dove hanno origine le Terme san Gemini con la sua acqua fredda che permette un alto fattore di assorbimento del calcio, per questo è indicata anche per il nutrimento degli infanti.

 

Valle d’Aosta

Ve ne sono due nella sola provincia di Aosta: sto parlando delle Terme di Pré e le Terme di Saint Vincent. La prima nasce dal cuore della montagna dentro una grotta di origine artificiale ed è indicata per donare rilassatezza al corpo e ai tessuti muscolari.

Le piscine termali permettono di godere del caldo delle sue acque e delle saune anche in inverno dopo aver visitato, magari, l’orrido del Verney e ammirato la sua imponente cascata.

A Saint Vincent, invece, ti potrai dedicare agli sport invernali e rilassarti nel tepore delle sue acque termali o godere delle cure termali inalatorie e idropiniche.

 

Veneto

Dove si trovano i centri termali in Veneto? Nelle province di Vicenza, Venezia, Padova, Belluno e Verona… Ti bastano?!

A Vicenza ci sono le Terme di Recoaro famose per la sua acqua oligominerale che puoi trovare in ogni supermercato italiano. Per quanto riguarda i trattamenti alle terme, invece, sono quelli riguardanti la balneoterapia, la terapia idropinica e inalatoria e la fangoterapia.

Sono ai piedi delle Piccole Dolomiti e quindi meta di escursionisti e botanici grazie alla presenza del Giardino dei Sogni sul Monte Magré, dove crescono 300 tipi di piante differenti.

 

Venezia possiede le Terme di Bibione in prossimità del mare dove si svolgono moltissime cure termali adatte a ogni tipo di problema e le Terme di Salzano adatte alle malattie dell’apparato oro-faringeo e articolari come reumatismi o infiammazioni.

 

Padova è la provincia più fornita grazie alle città termali in Italia forse più frequentate dai turisti nord europei. Moltissime strutture ricettive fanno da cornice alle località con annesse terme di Abano Terme, Montegrotto Terme, Galzignano Terme e Battaglia Terme (www.termelacontea.com).

 

Questa è la terza e ultima parte della lista completa dei centri termali in Italia per vedere le altre due parti suddivise in ordine alfabetico cerca questi articoli cliccando qui:

Quali sono le località termali in Italia? Questo articolo è la seconda parte della lista completa per organizzare i tuoi viaggi all’insegna del relax. Nella prima parte abbiamo visto alcune regioni selezionate in ordine alfabetico. 

Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Emilia-Romagna e Friuli Venezia-Giulia le trovi a questo link. La prossima in ordine alfabetico è il Lazio. 

 

Località termali in Italia: parte seconda

 

Lazio

A Viterbo si trovano le famose Terme dei Papi conosciute fin dai tempi degli Etruschi grazie alle acque ipertermali con una temperatura che si aggira attorno ai 58°C.

Ma non è solo la sorgente a magnificare le proprietà terapeutiche ma anche la presenza di un laghetto vulcanico dove si ricavano il fango di sorgiva bianchissimo e il fango lavico grigio.

A Viterbo ci sono tantissime gite da fare nei dintorni dopo aver scoperto la città come il lago di Bolsena o il lago di Vico, l’oasi WWF a Vulci e il Parco Naturale valle della Treia, ad esempio.

 

Frosinone offre ai visitatori le Terme di Fiuggi (www.fiuggispa.it) e le Terme Pompeo, le prime sono famose per l’acqua oligominerale, le seconde per essere state costruite dalla nipote di Vespasiano.

Entrambe sono circondate da cittadine dal fascino inconfutabile come Agnani, Montecassino, Palestrina e altre, oltre al bellissimo Parco Nazionale del Circeo.

 

Le uniche presenti a Latina sono le Terme Castelforte dove si trattano diverse patologie merito delle diverse composizioni dell’acqua che va dai 39°C ai 63°C.

Nei pressi si trovano le località balneari di Gaeta e Formia, percorsi naturalistici nelle colline, piccoli borghi medievali dal fascino particolare. Di sicuro, da queste parti non ci si annoia!

 

Nei pressi di Rieti, invece, ci sono due città termali molto frequentati: le Terme Cotilia e le Antiche Fonti di Cottorella. A Castel sant’Angelo, residenza estiva del Papa si trovano le prime, mentre le seconde offrono un’acqua oligominerale incontaminata.

Nei dintorni di Rieti si possono fare tantissime attività come trekking nei laghi vulcanici, escursioni fra i borghi medievali e nella valle Reatina e nella valle Santa.

 

Infine in provincia di Roma ci sono:

Inutile elencare tutte le attività da fare dato che solo la città di Roma merita un’intera vacanza per visitare tutte le sue innumerevoli e meravigliose bellezze.

 

stone therapy alle terme

 

Liguria

In Liguria ci sono le Terme di Genova, le Terme Eire e di Pigna in provincia di Imperia.

Le Terme di Genova si trovano nel centro abitato di Mele sopra i resti della stazione termale di Acquasanta. Ha un’acqua oligominerale ipotermale con una percentuale altissima di PH ideale per i trattamenti estetici e i massaggi.

Si trova nell’entroterra genovese per cui si possono scegliere sia percorsi in montagna che orientati verso il mare. L’importante è non dimenticarsi di fare un salto all’Acquario di Genova.

 

A Pigna, in provincia di Imperia, ci sono le Terme di Pigna (www.termedipigna.it) dove si eseguono trattamenti di ogni tipo grazie alla presenza di acque sulfuree che hanno delle notevoli proprietà terapeutiche.

Mentre le Terme Eire (www.eireterme.it) sono più indicate per i trattamenti riabilitativi, le affezioni respiratorie e la cura della pelle. Si eseguono massaggi con il sasso di argilla curativa presente solo qui.

Le attività da fare sono indicate sia per chi ama la montagna, sia per chi ama il mare data la vicinanza con entrambi gli elementi naturali. Una fortuna da non lasciarsi scappare! 

 

 

Lombardia

Non pensavo in Lombardia ce ne fossero così tante, invece quando ho iniziato a ricercare le località termali ne sono saltate fuori un bel po’. Per questo motivo ti lascio una lista senza andare troppo nello specifico:

Alcune come le Terme di Bormio, di Boario o di Sirmione sono più famose delle altre ma ti assicuro che ognuna di loro vale un viaggio nella regione lombarda per scoprire non solo le grandi città ma anche i laghi, le valli, le colline e le montagne che la compongono.

 

Marche

Anche le Marche presentano un numero considerevole di città termali, pensa sono addirittura 10! Non posso che invidiare gli amici marchigiani per la scelta e consigliarti di visitarle tutte al più presto:

Le Marche offrono mare, campagna e montagna e come abbiamo visto anche un nutrito numero di località termali. Non solo perché anche le città hanno una valenza storico, architettonica, artistica e culturale di estremo valore. 

Non sarà facile scegliere una singola meta, si dovranno fare più viaggi per conoscere le Marche nella loro totalità.

 

terme e mare binomio perfetto

 

Piemonte

Se nelle Marche ci sono ben 10 stazioni termali in Piemonte ce ne sono almeno 12. Come vedi non è semplice far entrare la lista completa delle località termali in Italia in un solo articolo.

Anche per questa regione,pertanto, mi toccherà essere breve e lasciarti solo una lista delle località da scegliere:

  • le Terme di Castagneto Po sono le uniche presenti in provincia di Torino, non ha un sito internet ma un numero di telefono da contattare: 011912921;
  • Agliano Terme sono le uniche, invece, presenti in provincia di Asti e offrono soluzioni ai problemi respiratori;
  • Acqui Terme con una sorgente che raggiunge la temperatura di 73°C e le Terme di Monte Valenza (www.termemontevalenza.it) famosa per le sue cure idropiniche sono in provincia di Alessandria;
  • nelle provincie unite di Verbania Cusio Ossola si trovano le Terme di Premia, Terme di Bognanco e Terme di Crodo (Tel. 0324 618831);
  • cinque in provincia di Cuneo tra cui le Terme Valdieri, Vicoforte, Garessio, Vinadio e Lurisia.

A un trattamento termale in Piemonte va abbinata una cura enogastronomica regolarizzata da un po’ di sport da fare in montagna o nel verde delle Langhe.

 

 

Puglia

La Puglia ha un mare e un entroterra stupendo ma anche tre città termali, vediamo quali sono e in che provincia sono collocate.

In provincia di Foggia si trovano le Terme Margherita di Savoia (www.termemargherita.it) con delle acque da cui si ricava il sale. Nel centro viene praticata anche la fangoterapia ed è specifico per problemi dermatologici e muscolo scheletrici.

Nei dintorni si può approfittare per visitare il meraviglioso Parco del Gargano e decidere di allontanarsi per mezzo di un traghetto per visitare le stupende isole Tremiti

 

Le Terme di Torre Canne sono situate nella provincia di Brindisi e possiedono ben 11 sorgenti tra cui solo due sono usate a scopo terapeutico per curare i reumatismi, l’artrosi e i problemi circolatori.

Nei dintorni c’è Alberobello a circa 40 chilometri e la meravigliosa costa pugliese che non mancherà sicuramente di attirare la tua attenzione grazie ai bagliori azzurri del mare.  

 

In provincia leccese, infine, troviamo le Terme di Santa Cesarea le cui acque terapeutiche sgorgano da quattro grotte con una composizione iodica, salso e sulfurea.

È collocata, come le precedenti, a ridosso del mare e vicino alle località balneari di Santa Maria di Leuca e Gallipoli. Un sogno a occhi aperti nuotare fra terme e mare…

 

Trovi la prima parte della lista qui:

 

L’ultima parte della lista, invece, a questo link: