Articoli

Siamo agli sgoccioli del 2018 ed è arrivata l’ora di preparare la bucket list 2019. Tu ce l’hai già pronta? Le mettiamo a confronto?

Questa è la proposta che ha fatto Momondo a tutti i suoi ambassador per scoprire quali sono i loro viaggi dei sogni.

Giordania

 

La Giordania è una destinazione che controllo da un po’ di tempo. Ultimamente però è diventata molto più ambita perché sono aumentate le proposte di viaggio low cost grazie a Ryanair.

Se controlli i voli che partono da Bergamo e da Bologna, puoi trovare dei prezzi piuttosto bassi. Quindi perché non approfittarne?

Visitare la magnifica Petra, una delle 7 meraviglie del mondo e galleggiare fra le acque salatissime del mar Morto sono nella lista delle 1000 cose da fare prima di morire.

Tolosa o Bordeaux

 

Ho voglia di Francia, di pasticcini e di architettura gotica. Vorrei perdermi in una città francese, sedermi in un bistrot e guardare la gente passeggiare freneticamente come formichine indaffarate.

Ascoltare il dolce cantilenare della lingua francese e le note di una graffiante Edith Piaf mentre all’orizzonte tutto appare surreale e autentico allo stesso tempo.

Camminare e praticare l’arte della flânerie senza avere punti di riferimento, cartine o applicazioni che mi indichino il percorso ottimale da seguire.

Perché Bordeaux e perché Tolosa? La prima per la sua identità vinicola ed enogastronomica, la seconda per la sua forte identità occitana che si mescola alla vicina Spagna.

 

 

Colonia/Bonn

 

Scelta fatta per vari motivi:

– da anni desidero vedere il Duomo e il museo della fotografia a Colonia;
– ho trovato un ostello bellissimo;
– il collegamento aereo ha degli orari pratici sia per l’andata che per il ritorno;
– mi manca la Germania e ho voglia di mangiare Bretzel al formaggio.

Mi sembra che non serva aggiungere altro, no?

 

La Gomera, Canarie

 

Da troppo tempo manco alle Canarie ma detesto visitare i posti in cui ci sono più italiani che autoctoni. Non perché non mi piacciano gli italiani ma perché se viaggio vorrei cambiare lingua, usanze e atteggiamenti ed estraniarmi un po’ dal quotidiano.

Inoltre vorrei trovare una meta nella quale svernare e non so perché ma da un po’ di tempo quest’isola mi molesta con i suoi continui richiami. Sarà per le sue acque cristalline? O per le sue verdi montagne? Mi sa che lo devo scoprire…

 

Ultima meta (per il momento… 😉) Miami

 

L’ultima località della mia bucket list 2019 è Miami. Ho dei cugini che abitano lì e mi piacerebbe andarli a trovare ma non sono sicura che Miami sia ciò che voglio vedere in America. Però rimane sempre in attesa e da qualche parte bisogna pur iniziare per cui vedremo se il 2019 sarà l’anno propizio.

L’iniziativa Alberiamo l’Altopiano si prefigge l’obiettivo di ripiantare gli alberi caduti nella zona del vicentino, trentino e bellunese. È successo tutto all’improvviso una sera di lunedì 29 ottobre scorso.

Un forte temporale ha colpito il Veneto e si è alzato un vento talmente forte, fino ai 200 km/h, tale da sradicare le piante causando una reazione a catena.

Solo nella zona dell’Altopiano di Asiago si è stimata una perdita di oltre 300.000 alberi che fa apparire l’area come dopo un attacco della Prima Guerra Mondiale.

Il danno al patrimonio forestale è incalcolabile non solo per quanto riguarda le piante ma anche per gli animali che vi abitano. Fortunatamente le case non hanno subito gravi danni ma i cittadini sono rimasti senza corrente elettrica per almeno tre giorni, durante il periodo di affluenza turistica del primo novembre.

 

L’iniziativa Alberiamo l’Altopiano

 

Un gruppo di amici, appassionati della montagna e attenti ai problemi ambientali, ha pensato bene di agire creando un progetto di ripristino che vada a colmare quel vuoto lasciato dalle piante.

Sono saliti nell’Altopiano di Asiago per vedere con i loro occhi la devastazione avvenuta e l’impatto è stato talmente forte da sentir nascere l’esigenza di fare qualcosa.

 

L’ Altopiano di Asiago è da sempre uno dei luoghi a noi più cari in cui ci rechiamo per stare nella natura. Dopo aver visto con i nostri occhi il danno subito dalle foreste ci siamo chiesti perché nessuno fa qualcosa a riguardo. Poi ci siamo resi conto che quel nessuno eravamo anche noi. Da qui è nato il nostro progetto“.

 

L’idea è proprio quella di acquistare, al costo di 5 euro l’uno, gli alberi da sostituire a quelle caduti nelle zone colpite dalla tragedia.

Questo comitato, nato in modo spontaneo, è supportato dalla Reggenza-Unione Montana dei Sette Comuni che ha dato il benestare alla raccolta fondi.

Le persone che operano in modo diretto nel progetto sono:

  • Chiara Bonollo – Fara Vicentino
  • Ivo Gazziero – Isola Vicentina
  • Giorgio Poli – Fara Vicentino
  • Andrea Cumerlato – Isola Vicentina
  • Henry Hoogenveen – Fara Vicentino

 

L’acquisto diretto degli alberi seguirà l’iter deciso dalla Reggenza-Unione Montana dei Sette Comuni che ne deciderà anche le tempistiche valutando attentamente le condizioni per l’avvio alla piantumazione.

 

disegno di alberi con scritta alberiamo l'altopiano

 

Se vuoi avere maggiori informazioni a riguardo puoi contattare i responsabili del progetto all’indirizzo mail alberiamolaltopiano@gmail.com

Mentre i contatti social sono i seguenti:

Gli alberi piantati destinati al progetto sono abeti rossi, larici e faggi per un prezzo che si aggira sui 5 euro all’uno.

 

***    La donazione può essere fatta a questo link ***

 

Puoi agire anche tu in tre modi per sostenere il progetto:

  1. Mettere mi piace alla pagina Facebook;
  2. Condividere la pagina affinché raggiunga maggiore visibilità di pubblico;
  3. Fare una donazione per acquistare almeno un albero

Il Comitato provvederà a tenere aggiornati chi vorrà supportare il progetto via Facebook dando conto dello stato di avanzamento dei lavori per consentire la piantumazione e fornendo prova finale dell’acquisto degli alberi.

 

“È arrivata l’ora di fare l’albero

questa volta dove è più necessario,

rendi quel giorno speciale anche per l’Altopiano”

 

Se sei un’azienda e vuoi sostenere in modo attivo il progetto o se hai qualche idea da suggerire contatta l’email alberiamolaltopiano@gmail.com

Ogni aiuto sarà gradito!