Articoli

Senza Fever non si hanno energie, né tantomeno creatività, poiché non è semplice seguire tutte le tendenze dell’intrattenimento. Ogni turista desidera ampliare le proprie esperienze durante la vacanza, ma spesso non sa dove trovare le occasioni ricreative.

D’altronde siamo nuovi del posto e, a parte le indicazioni turistiche consigliate dalle guide, non sappiamo cosa fare. O meglio, come trovare delle attività che figurino al di fuori del circuito classico pensato per i viaggiatori occasionali.

In aiuto a noi cercatori arriva il portale Fever, dove si possono selezionare un assortimento di attività pressoché infinito. Basta scegliere ciò che maggiormente ci aggrada, prenotare e vivere l’avventura sul posto.

 

No Fever No Venice!

Senza Fever: un soggiorno buio e cupo

 

Senza Fever? Un trauma! Il portale offre diverse attività da fare in Italia e all’estero, semplicemente selezionando la città di preferenza.

Non appena si seleziona una città, vengono proposti tour, visite guidate e non, e altre attività a partire dalle più gettonate a quelle meno interessanti, ma per questo non da scartare.

Per scrupolo, ho provato a a selezionare Venezia come punto di riferimento, e cosa è uscito? Prenotazioni per musei, edifici e palazzi storici che abbelliscono la città lagunare.

A questo si aggiungono i tour a piedi o in traghetto, e le particolari esperienze Candlelight, in cui si ascoltano i concerti realizzate con la musica dei Queen, dei Coldplay o di Ennio Morricone.

Tuttavia, si può anche provare l’esperienza gastronomica da assaggio del cibo di strada tipico veneziano, e se siamo fortunati possiamo trovare anche una deliziosa porzione di castraure di Sant’Erasmo.

 

Viaggiare e fare esperienza

 

Perché prenotare online?

Chi viaggia molto conosce la comodità di prenotare online e di arrivare in loco trovando già l’esperienza o l’attività pronta da seguire. Si tratta di un notevole risparmio di tempo che permette di ampliare la prospettiva del viaggio.

In più, online si trovano delle opportunità che altrimenti non verremmo mai a scoprire, al pari di conoscenze acquisite grazie all’ausilio di guide professionali del posto.

Per essere più specifici, senza Fever non c’è energia, significa che si perde gran parte del divertimento, poiché non si sa nemmeno che esiste.

Pertanto, alla prossima occasione dà un’occhiata al sito e scegli un tour di quelli particolari, ossia quelli che fanno venire i brividi proprio come se sentissi di avere la febbre!

A volte, un viaggiatore ha bisogno di biglietto di sola andata, ma questo lo porta a scontrarsi con le leggi di uno stato. Molti paesi, infatti, richiedono anche il biglietto di uscita e i dati della struttura nella quale si andrà a soggiornare. 

Questo è necessario per controllare i flussi di turisti che si muovono all’interno del paese e per fare in modo che non si superi il tempo di permanenza consentito. Di norma, viene richiesto per il visto, in cui dobbiamo scrivere l’indirizzo della struttura ricettiva nella quale soggiorniamo e il conteggio dei giorni in cui rimaniamo in un Paese.

Lo stesso è successo a me quando ho fatto il mio viaggio di sei mesi in Centro America. Come sono riuscita a ovviare il problema? Ho acquistato un biglietto fittizio di ritorno e ho semplicemente indicato la struttura scelta nella mia seconda parte del viaggio.

Biglietto di sola andata: quando è necessario?

 

Ti potrà capitare di aver bisogno di un biglietto di sola andata in un viaggio lungo e poco pianificato. Per esempio scegliendo di visitare parte di un continente in cui sai già di muoverti nei diversi paesi.

Un altro motivo potrebbe essere quello di non conoscere la data di uscita perché non sei in grado di pianificarla in anticipo. A me è successo a Malta quando sono andata a fare un tirocinio in un’agenzia di comunicazione e non ero certa riguardo i termini di lavoro.

Ma potresti semplicemente decidere di viaggiare da nomade digitale e di portare quindi il carico di lavoro con te. Sei libero di andartene entro pochi giorni – qualora il paese non ti entusiasmasse – o rimane e allungare il tuo visto.

 

One way ticket - biglietto di sola andata

 

One Way Fly 

 

In uno dei casi precedenti arriva in aiuto il sito “One Way Fly” che in tua vece creerà un biglietto di rientro fittizio con relativa prenotazione dell’hotel e tu potrai tranquillamente muoverti con il tuo biglietto di sola andata.

Ti basterà inserire nel foglio del visto i dati che manderà il sito ed essere sicuro di non dover affrontare domande indiscrete durante le formalità di accesso al paese.

Il servizio è gratuito?

No, però il costo è esiguo. A gennaio 2024 si aggira sui 16€ e comprende la finta prenotazione del biglietto di ritorno e quella della struttura ricettiva. Funziona per tutti i paesi che richiedono il visto e accetta i viaggiatori di qualsiasi nazionalità.

Di solito entro 12 ore dopo aver fatto la richiesta al sito si ottengono tutti i dati relativi al proprio volo di ritorno. L’acquisto va comunque fatto solo uno o massimo due giorni prima della partenza: solo così il biglietto del volo e la prenotazione dell’hotel risultano efficaci. 

Il fatto di non prendere il volo indicato nel servizio e di non alloggiare nell’hotel non ti farà pagare nessuna penale; è solo un sistema per sorvolare la fase dei controlli di entrata all’aeroporto senza troppe domande.

Ovviamente la prestazione è legale e non si adopera per chi vuole entrare illegalmente in un paese.

 

Se vuoi approfondire la conoscenza del sito ti consiglio di dare un’occhiata al sito onewayfly.com che ti offrirà tutte le informazioni di cui necessiti. 

 

Le avventure indimenticabili di Punto e Viaggio: