La statistica Un anno in viaggio di Momondo rivela le preferenze del 2018

La statistica Un anno in viaggio di Momondo rivela le preferenze del 2018

passerella verso il mare

Tags:          

Un anno in viaggio di Momondo rivela le statistiche sulle preferenze di viaggio e le tendenze del 2019. Sei pronto a scoprirle anche tu?

Sono proprio curiosa di sapere se ti ritrovi in questa classifica oppure se hai scelto differenti mete di viaggio.

I viaggiatori “più parsimoniosi”, diciamo, hanno scelto come destinazioni dei sogni per quest’anno che sta per concludersi le seguenti città:

  • Sofia
  • Berlino
  • Eindhoven
  • Bruxelles
  • Londra

Tra queste non ne ho visitata neanche una, quest’anno… Forse mi ritrovo fra le scelte di viaggio più popolari?

Vediamo… secondo i calcoli di Momondo risultano essere:

  • New York
  • Bangkok
  • Tokyo
  • Amsterdam
  • Miami

No, niente, neanche fra queste sono stata. Però una è nella mia wish list.

Proseguiamo… ho forse viaggiato in una di quelle di tendenza del 2019?

La classifica vede:

  • Fort-de-France in Martinica
  • Pointe-à-Pitre in Guadalupa
  • la capitale giordana Amman
  • Perth in Australia
  • Medellín in Colombia.

Ancora no… Però come prima ce n’è una fra quelle citate nella mia wish list del 2019 quindi in parte ci sono!

Scopri l’articolo completo di Momondo a questa pagina: Year in Travel Momondo

Ti verranno indicati i prezzi e i mesi più convenienti in cui trovare delle ottime offerte!

A questo punto ti verrà da chiederti ma dove ho viaggiato quest’anno?

In verità sono stata molto in Italia. Nel mese di gennaio sono andata prima a Budapest alle terme e poi in Umbria.

La scelta delle terme è ricaduta grazie a una super offerta di Ryanair alla quale non potevo certamente dire di no.

Febbraio l’ho trascorso in Veneto, in trepidante attesa della primavera. A marzo ho cominciato le mie escursioni a Venezia, nelle magnifiche isole della laguna nord e sud.

In aprile, e più precisamente a Pasqua, sono stata in Puglia a scoprire con immensa gioia i Monti Dauni e l’entroterra ricco di tesori nascosti come il Museo di Ascoli Satriano e la città di Troia.

Maggio l’ho trascorso controllando i voli e meditando su dove andare non appena avesse smesso di piovere…

Poi in giugno è rispuntato il sole e assieme a lui la mia voglia di viaggiare. Così sono andata in Abruzzo e poi alle isole Tremiti, nel bellissimo Parco del Gargano.

A luglio ho realizzato uno dei miei desideri più grandi: visitare i laghi di Plitvice e Zagabria. Prima della Croazia ho visitato la mia adorabile Slovenia, in particolare la sua capitale Lubiana. Mi è mancata Bled quest’anno ma sicuramente mi rifarò per il prossimo anno.


In agosto ancora in Veneto con una settimana di vacanza nel Bellunese e nel Feltrino a visitare il lago del Mis e le sue montagne. E poi sono partita per fare il corso di insegnante di yoga in Umbria.

Poi sono stata in Trentino, prima ad Arte Sella e poi a Lavarone, solo io e il mio cane Pepe. Abbiamo passeggiato in lungo in largo, incontrato caprioli e camosci e riposato all’ombra di un maestoso abete rosso.

In ottobre sono stata alla scoperta di un’altra isola veneziana abitata da un monastero armeno, che ha fatto nascere in me la voglia di viaggiare prima o poi in Armenia per conoscere la sua affascinante cultura.

Poi è toccato a Napoli in un viaggio enogastronomico a base di pizza fritta e granita di Procida, un’isola dal fascino marinaro e cinematografico.

Per la prima volta nella mia vita ho fatto un bagno al mare a metà ottobre a Venezia grazie alle gradevoli temperature e mangiato una piadina in spiaggia al Lido di Venezia.

In novembre sono stata in Marocco e più precisamente a Marrakesh ed Essaouira. Nella prima ho provato l’hammam, nella seconda ho passeggiato a cavallo fra le piante di argan.

Infine a dicembre sono stata prima a Torino a bere un “Bicerin” e poi a Bardonecchia a trovare una cara amica con lezione di yoga privata annessa.

Peccato mancasse la neve ma mi sono ripromessa di ritornare non appena la Regina Bianca avesse fatto la sua comparsa.

Ti ho rivelato i motivi per cui non ho visto le mete sopracitate, ma ti assicuro che mi sono divertita ugualmente.

In fin dei conti basta prendere un mezzo pubblico e cambiare prospettiva. O ancora meglio l’importante è viaggiare senza come, dove, cosa e perché!

E tu dove sei stato quest’anno? E che progetti hai per il 2019?

what do you think?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.