Recensione del libro "la libertà viaggia in treno" di Francesco Pace

Viaggiare in treno

titolo dell'articolo la libertà viaggia in treno Francesco Pace, scritto in viola su sfondo azzurrino

Tags:         

VIAGGIARE IN TRENO (CON LA FANTASIA)

 

Durante una mia incursione su Amazon Kindle mi sono imbattuta nel libro di Francesco Pace “La libertà viaggia in treno“. Sono stata subito attratta dalla copertina con l’immagine di un treno in corsa. Da appassionata di viaggi non ho potuto resistere.

Il libro è composto da 23 racconti di tragitti attraverso paesi europei, extraeuropei e italiani accompagnati dalla descrizione di pensieri e personaggi incontrati dall’autore. Sono percorsi brevi ma intensi capaci di ridestare sensazioni dimenticate che solo un viaggio in treno sa regalare.

“Non sempre è possibile individuare quel che spinge a lasciare la casa e a salire su un treno che va lungo il filo del mare, quel che invita il viaggiatore a uscire dalle chiuse pareti della domestica abitudine e ad affidarsi a quel che è sconosciuto.”

C’è qualcosa di introspettivo nel viaggiare in treno. Spesso mi è capitato di ascoltare brandelli di vita confidati in modo disarmante. Forse perché le parole se ne vanno seguendo il ritmo della corsa o forse perché è più semplice confidare le proprie pene a degli sconosciuti piuttosto che alle persone a noi più vicine.

 

immagine di un treno stilizzato

 

LA LIBERTÀ VIAGGIA IN TRENO

 

La libertà viaggia in treno permette di scoprire intrecci tra passato e presente, tra vissuto e non vissuto portando il lettore a spasso per il mondo e facendolo sentire partecipe del viaggio. Qui la fantasia gioca un ruolo fondamentale basta solo avere l’umiltà di lasciarsi trasportare.

Il treno consuma il tempo in modi che non si possono mai indovinare. Alle volte il tempo pare scomparire, quasi fermarsi, si può stare quasi a contare i secondi con lo sguardo. Altre volte invece è rapido, non si fa a tempo a chiudere gli occhi che è già passata un’ora, un giorno, una vita intera”.

La recensione non può che essere positiva. La lettura è stata scorrevole e piacevole. Per un breve periodo ho scorto, attraverso le pagine, uno spaccato di vita a me sconosciuta, proprio come se avessi viaggiato in treno.

 

QUALI SONO LE ALTRE LETTURE DI VIAGGIO CHE TI CONSIGLIO?

 

I LOVE TOKYO per scoprire ciò che solo La Pina conosce della città giapponese…


LA MIA LOTTA PER LA LIBERTÀ in un paese come la Corea del Nord in cui la libertà non è per nulla scontata…


L’EMOZIONE IN OGNI PASSO attraverso il Cammino di Santiago si possono lasciare dolori e ritrovare la leggerezza…


NELLIE BLY la giornalista che sfidò il mondo con la sua audacia e girò il mondo in meno di 80 giorni…


FLANEUR ossia l’arte di camminare senza meta lungo le strade di Parigi (e non solo)…


GIOVANNI BATTISTA BELZONI l’uomo che ispirò il personaggio di Indiana Jones e le sue peripezie nell’antico Egitto…

what do you think?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.